Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Databases

Homepage > Databases > Best Practice

Best Practice

back to the list

Document Typology: Real case
Target groups: Caregivers,Patients
country Where It Took Place: Italy
Name of compiler: Sabrina Grigolo
name of institution: Gradenigo Hospital
role: Project Manager
language Of The Description: Italian
title: WHAT TALENT!
description Of The Best Practice:
I tre principi del bizzarro regno di Tortolonia sono guide d'eccezione in un percorso che mira a divertire, ma anche a rovesciare qualche consuetudine.
In che modo? Ogni gioco, per essere degno di questo nome, deve racchiudere in sè una difficoltà che renda appassionante la sfida. Nel nostro gioco le difficoltà si nascondono dietro a caselle che abbiamo chiamato "la mia specialità", in cui i partecipanti avranno modo di sperimentare forme di impedimento che appartengono alla vita quotidiana di tanti bimbi con disabilità. Proprio le risorse che possono emergere da questi impedimenti saranno la chiave per superare le prove previste, come ben sanno il principe Astice, dalle mani a forma di chela, il principe Giandellaria, isolato lassù in spazi inaccessibili, e la minuscola principessina Rosafiore. L'augurio è che questo gioco inviti a riflettere sull'idea che la disabilità è certo una difficoltà ingombrante. ma non per forza una penalità; anzi, in determinate condizioni può perfino dispensare specialità che, una volta messe in campo e condivise con gli altri, finiscono per rivelarsi talenti fruttuosi. E quando questo avviene, l'esito del gioco non è mai scontato!
Results:
Il gioco ha un valore educativo alto. Se sperimentato, permette di riflettere sulle condizioni speciali in cui si possono trovare le persone. E' un gioco che non ha limiti di età. Adulti e bambini possono misurarsi sulle condizioni speciali e questo è molto formativo.
Quality indicators:
Use of citizens narrative descriptions in order to improve the healthcare services
Comment:
Questo gioco permette di acquisire delle conoscenze pratiche sui bisogni speciali. Questa conoscenza promuove la partecipazione dei cittadini al miglioramento dei servizi istituzionali, soprattutto nel campo educativo e dell'istruzione.
Evaluation:
Il miglioramento dei servizi istituzionali attraverso il coinvolgimento dei cittadini favorisce l'attivazione di risorse e di percorsi di co-progettazione al fine di dare risposte concrete a bisogni speciali.

back to the list