Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Databases

Homepage > Databases > Publications

Publications

back to the list

Document Typology: Research
Methodology addressed by the publication:Narrative medicine
Title of document: Le immagini della formazione: narrazioni sull’apprendimento
Name of author(s): Gargano Albina, Garrino Lorenza, Lombardo Sarina
Name of publisher: Tutor, 2002; 3: 124-129
Language of the publication: Italian
Language of the review: Italian
Summary:
Il lavoro esamina le immagini legate alle esperienze formative, descritte dai partecipanti ai corsi di formazione per tutor e per infermieri guida di tirocinio promossi del Diploma Universitario per Infermiere di Torino (attuale Corso di Laurea in Infermieristica).
A partire dalle immagini più ricorrenti dell'esperienza di formazione presenti in gruppi di infermieri, vengono ricostruiti i modelli pedagogici prevalenti nel loro vissuto, ciò che resta nella memoria a distanza di 5/10/20 anni di distanza. L'obiettivo è quello di promuovere nei protagonisti un incontro con gli elementi latenti della loro storia di formazione e realizzare nel gruppo un processo condiviso di lettura, decostruzione e riflessione rispetto ai contenuti emersi. In questa ricerca il materiale prodotto dai partecipanti attraverso le narrazioni viene sottoposto ad analisi attraverso la quale vengono messi in evidenza i nuclei di significato e le immagini più rilevanti. I temi più ricorrenti e problematici sono: il primo giorno di tirocinio, il primo contatto con il corpo della persona assistita, la solitudine di fronte alla sofferenza e alla morte, la ricerca della giusta distanza nella relazione, i rapporti di potere nella relazione educativa.
L'analisi sottolinea l'importanza di partire dall'esperienza dei partecipanti considerando i processi generativi che il metodo della narrazione consente, mediante attribuzione di significato alle diverse storie, condivisione di esperienze e di modelli.
Reviewer's comments on the document:
L'analisi condotta sottolinea l'importanza di partire dall'esperienza personale considerando i processi generativi della narrazione come relazione in divenire, come percorsi individuali di attribuzione di senso, come pratiche collettive di costruzione consensuale dei mondi esperienziali. Tutto ciò costituisce il presupposto per sviluppare nuovi atteggiamenti, imparando a riflettere sui modi con cui si conosce e si apprende, accostandosi ai processi educativi con metodologie e strumenti innovativi.
A fronte della forza del metodo e della qualità altamente positiva del clima che esso è in grado di determinare gli autori sottolineano l’inattesa e quasi sconcertante qualità dei contenuti della narrazione, fenomeno che induce interrogativi pregnanti sul significato da attribuire e sulle nuove forme da ricercare per l’orientamento degli studenti e per nuovi modelli educativi e tutoriali. E solo la ricerca accurata di interpretazioni, oltre il livello più immediato, può fornire nuovi elementi per riesaminare ed arricchire di nuovi significati le pratiche di formazione. Per gli autori sii tratta di un vero e proprio viaggio formativo in corso e non l’arrivo alla meta, uno sguardo sul passato e uno sguardo sull’ esperienza di formatori che prelude a nuovi impegni e apre nuove prospettive per il futuro.
Where to find it: Disponibile in PDF su richiesta alla relatrice dott.ssa Lorenza Garrino Mail: lorenza. garrino@unito.it

back to the list