Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Databases

Homepage > Databases > Publications

Publications

back to the list

Document Typology: Research
Methodology addressed by the publication:Narrative medicine
Title of document: Una dimora e un nome: in che modo la medicina narrativa basata su prove di efficacia trasforma il paradigma di ricerca traslazionale
Name of author(s): Rishi Goyal, Rita CHaron, Helen-Maria Lekas, Mindy Fullilove, Michael Devlin, Louise Falzon, Peter Wyer
Name of publisher: Rivista di valutazione di pratica clinica
Language of the publication: Italian
Language of the review: Italian
Summary:
Fondamento logico: Proponiamo una medicina narrativa basata sulle prove di efficacia come elaborazione necessaria del piano di azione ricerca traslazionale del NIH (Istituti Nazionali di Sanità). Il piano di azione definisce due ostacoli complessi: T1 e T2 verso la ricerca progressiva, partendo dal “bench” o laboratorio scientifico di base, per arrivare al “bedside”, il letto del paziente o applicazione clinica, passaggio che richiede la progressiva affermazione di una complessa relazione trasformativa sia nei confronti delle parti che delle persone coinvolte. Essa non riesce a comprendere le interazioni con il paziente, le esitazioni e l’assistenza medica.
Scopi e obiettivi: Suggeriamo un terzo passo trasformativo o traslazionale, T3, che inizia nel momento in cui i medici scelgono di adottare e consigliare strategie e interventi basati su prove e linee guida di alto livello. Nel modello proposto, il T3 include tutti gli aspetti di cura che convergono sulla relazione medico-paziente, e che alla fine determina le effettive terapie scelte dai pazienti per quanto riguarda le loro cure.
Risultati. Sulla base del modello biopsicosociale centrato sulle cure del paziente e sulle decisioni condivise, effettuate prestando attenzione all’ingiunzione etica di Emmanuel Levinas di conoscenza dell’altro, abbiamo sviluppato una teoria e una pratica medica che unisca gli interessi locali e specifici della medicina narrativa con la generalizzabilità e il potere della medicina basata sulle prove di efficacia.
Conclusioni. Offriamo approcci innovativi per lo studio, l’insegnamento e il miglioramento dell'intimità terapeutica e dell’efficacia integrativa della relazione medico-paziente.
Reviewer's comments on the document:
La medicina basata sull’evidenza è stata definita come "l’integrazione della migliore ricerca di efficacia con l’esperienza clinica e i valori del paziente"; la medicina narrativa invece promuove e valorizza il dettaglio o il “near-by ".
Where to find it: nessun pdf

back to the list