Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Databases

Homepage > Databases > Publications

Publications

back to the list

Document Typology: Report
Methodology addressed by the publication:Parents pedagogy
Title of document: Dissipare la confusione: concetti e metodi di continuità nell'assistenza sanitaria
Name of author(s): Robert Reid, Jeannie Haggerty, Rachael McKendry
Name of publisher: Canadian Helath Services Research Foundation
Language of the publication: English
Language of the review: English
Summary:
La continuità delle cure è il modo in cui il paziente vive la cura nel corso del tempo in modo coerente e congiunto, e questo rappresenta il risultato di un buon flusso di informazioni, di buone capacità interpersonali e di una buona coordinazione nelle cure.
La continuità si verifica quando elementi di cura separati e distinti vengono collegati, e quando i suddetti elementi di cura, che durano nel tempo, vengono mantenuti e sostenuti.
Le definizioni di continuità sono spesso date per scontate invece di essere indicate e non risulta possibile valutare ciò che non è chiaramente definito.
La continuità delle cure ha diversi significati a seconda dei diversi tipi di caregiver, ma tutti riconoscono tre tipologie: continuità di informazioni, di relazioni personali e di gestione clinica. Il tipo di continuità dovrebbe essere concordato prima di iniziare discussioni o prima della progettazione.
Continuità informativa significa che le informazioni sugli eventi precedenti sono usate per dare un’ adeguata assistenza alla situazione attuale del paziente.

La continuità relazionale riconosce l'importanza della consapevolezza del paziente in quanto persona; un rapporto ininterrotto tra pazienti e operatori sanitari rappresenta la solida base che collega la cura nel tempo e colma la distanza tra eventi discontinui.
La continuità di gestione assicura che l'assistenza ricevuta dal personale sia collegata in modo coerente ed è di solito concentrata su problemi di salute specifici, spesso cronici.
Sono necessarie molteplici azioni per cogliere tutti gli aspetti di continuità, nessuna indicazione singola è in grado di riflettere l'intero concetto. Alcune indicazioni sono più utili in certi contesti piuttosto che in altri. È necessaria una maggiore enfasi per lo sviluppo e per l'applicazione di misure dirette di continuità dal punto di vista del paziente e per misurare la continuità attraverso i confini organizzativi.
Le misure basate su modelli di utilizzo del servizio sanitario dovrebbero essere usate con cautela in quanto indicatori di continuità, finché non siano stati valutati da parte dei ricercatori presupposti impliciti che riflettano la continuità informativa, relazionale e / o di gestione.
Reviewer's comments on the document:
La continuità è il risultato della combinazione di un accesso adeguato alle cure per i pazienti, di buone capacità interpersonali, di un buon flusso dell’informazione e di forte intesa tra le organizzazioni e gli operatori sanitari, nonché di una buona coordinazione nelle cure da parte di questi ultimi per mantenere la coerenza.
Per i pazienti, è l'esperienza di cura in quanto connessa e coerente nel tempo. Per gli operatori sanitari, è l'esperienza di avere sufficienti informazioni e conoscenze riguardo ad un paziente, in vista di una migliore applicazione della propria competenza professionale, oltre alla certezza sul fatto che la propria cura viene riconosciuta e portata aventi da altri operatori sanitari.
Where to find it: http://www.chsrf.ca/Migrated/PDF/ResearchReports/CommissionedResearch/cr_contcare_e.pdf

back to the list