Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Databases

Homepage > Databases > Publications

Publications

back to the list

Document Typology: Research
Methodology addressed by the publication:Narrative medicine
Title of document: Essere presenti: Il ruolo della medicina narrativa nel ridurre il carico diseguale del dolore
Name of author(s): Green, Carmen R., University of Michigan Health System, University Hospital, Ann Arbor, MI, US, carmeng@med.umich.edu
Name of publisher: Netherlands: Elsevier Science.
Language of the publication: English
Language of the review: Italian
Summary:
L'Istituto di Sanità ha concluso che le disparità di salute e di cura (cioè, la differenza nella salute, carico di malattia, o decisioni cliniche o risultati associati di svantaggio) esistevano ed erano inaccettabili. Hanno inoltre concluso che il sistema sanitario, fornitore di cure mediche, e fattori legati al paziente, così come pregiudizi, stereotipi e pregiudizi hanno contribuito a disparità di assistenza sanitaria all'interno di un contesto storico e contemporaneo che comprende la discriminazione etnica e razziale.
Reviewer's comments on the document:
Nella comunicazione verbale e non verbale in ambito sanitario, il processo di invio e ricezione di informazioni, è di fondamentale importanza per garantire un'assistenza di qualità. Tuttavia, anche nelle migliori circostanze,il percorso comunicativo in ambito sanitario con il paziente può essere irto di incomprensioni e fraintendimenti che interessano sia il paziente sia le cure sia i comportamenti di salvaguardia della salute e il processo decisionale. Naturalmente la disparità puo' essere intesa come la volontà del fornitore di assistenza sanitaria per ascoltare la storia del paziente e la volontà del paziente di raccontare la propria storia. Così, la medicina narrativa offre un veicolo nuovo per ridurre ed eliminare le disparità sanitarie, promuovendo l'inclusione e l'equità per le minoranze razziali ed etniche e altre popolazioni speciali. In primo luogo, gli operatori sanitari devono sforzarsi di comprendere se stessi per leggere le parole del paziente, sentire la sua voce, e vedere la vita attraverso i loro occhi. In secondo luogo, gli operatori sanitari devono farsi parte attiva, ascoltare la storia del paziente, rimanendo attenti alle domande. La medicina narrativa permette agli operatori sanitari la possibilità di ascoltare attivamente, di sentirsi ed essere presenti. La medicina narrativa consente anche al paziente di essere ascoltato e da lì comincia la guarigione, e può essere solo quello che serve per ridurre il carico diseguale del dolore e migliorare la qualità della cura e del dolore per tutti.
Where to find it:

back to the list