Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Experiences

Training > Experiences

Personal Experience

back to the list

Ascoltare

Anonimo
Language: Italian
Country: Italy
Typology: health care professionals
Text:
Forse, ad alcuni operatori capita di “non sentirsi di curare”, perché, ormai, vivono la loro realtà lavorativa in modo meccanico. I pazienti a cui loro si rivolgono percepiscono questo loro atteggiamento di chiusura, di non disponibilità nei loro confronti. Percepiscono, invece, in maniera evidente, quando di trovano di fronte ad un operatore disposto ad ascoltare, a volte per l’ennesima volta, la stessa storia già raccontata… a volte, riescono a confidare ansie, paure, a porre domande che non erano riusciti ad esplicitare fino ad allora. Colui che è stato ad ascoltare si può sentire fortunato, per la possibilità che è riuscito ad offrire a quel paziente. Si può chiedere perché è stato “prescelto” e, infine, potrebbe anche non sentirsi capace di sostenere ciò che quel paziente sta raccontando. Credo che la cura fisica sia sempre anteposta alla cura dello spirito (almeno per quanto riguarda i professionisti), forse un malato, per poter dire di sentirsi curato, ha bisogno di qualcuno che si prenda cura anche dell’anima. Importante è che chi ascolta lo faccia in modo empatico, senza fretta, dando tutta l’attenzione che il paziente in quel momento merita.


Your comments are welcome.
Fill the form and click "Send message".

PASSWORD (*required)

NAME (*required)

COUNTRY (*required)

TYPOLOGY (*required)

Message