Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Experiences

Training > Experiences

Personal Experience

back to the list

Pazienti come soggetti

Ignazio
Language: Italian
Country: Italy
Typology: health care professionals
Text:
Nel mio lavoro di psicologo la dimensione narrativa e l’ascolto empatico sono di fondamentale importanza per la comprensione dei vissuti profondi dei pazienti. Il tipo di cultura dominante nell’istituzione sanitaria nella quale quotidianamente siamo immersi (io lavoro in un Servizio per le Dipendenze Patologiche) inevitabilmente penetra in noi condizionando il nostro modo di relazionarci ai pazienti. Mi accade talvolta di adottare nei confronti del paziente un ascolto “istituzionalizzato”, poco empatico e oggettivante. Tutte le volte in cui sono diventato consapevole di avere assorbito in modo acritico tale “cultura”, ho potuto valorizzare le narrazioni dei pazienti, sintonizzarmi con i loro bisogni, considerarli “soggetti” protagonisti di un percorso di cura e non “oggetti passivi”. Allo stesso tempo anche io, diventando soggetto consapevole e co-protagonista di un processo terapeutico (e non anonimo esecutore) sentivo che il mio lavoro diventava più personale, creativo e soddisfacente.


Your comments are welcome.
Fill the form and click "Send message".

PASSWORD (*required)

NAME (*required)

COUNTRY (*required)

TYPOLOGY (*required)

Message