Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

Experiences

Training > Experiences

Personal Experience

back to the list

Non sono una sconosciuta

Anonimo
Language: Italian
Country: Italy
Typology: health care professionals
Text:
Entrare dentro una casa luminosa piena di oggetti colorati. Una persona che sta male seduta al tavolo (non riesce a tenere la persona seduta, perché non ha il controllo del tronco, si appoggia al tavolo), che ti accoglie dicendo: “Buongiorno, come sta? Si ricorda di me? Io sì, di lei, l’ho vista tante volte all’ASL e, una volta in particolare, ero proprio disperata. Non la conoscevo. Le ho fatto alcune domande e lei mi ha subito capito, sono stati consigli molto utili, sa, grazie ancora.”. Rimango sbalordita, invece di parlare subito della sua sofferenza, della sua malattia, chiede a me come sto e dice di conoscermi, ha anche un buon ricordo. Allora io, come procedo? Le dico qualche parola per presentare il mio ruolo e poi sto ad ascoltarla dicendo: “Mi racconti la sua storia, cosa posso fare ora io per lei e che cosa soprattutto si aspetta da me e cosa le piacerebbe fare adesso?”. Dal suo racconto, capisco che: - la signora vuole parlare ed essere ascoltata e accolta - vuole stare a casa sua - vuole sapere sempre la verità - sta tanto male e non vuole soffrire più - non le interessa quanto ha da vivere, ma come vivrà.


Your comments are welcome.
Fill the form and click "Send message".

PASSWORD (*required)

NAME (*required)

COUNTRY (*required)

TYPOLOGY (*required)

Message